Posa parquet Milano

Lamare parquet senza spostare mobili Milano
30/10/2019
Posatori parquet Milano
06/11/2019

Cosa bisogna considerare quando si decide di posare un parquet? Spesso affidarsi ad un’azienda è l’unica opzione che resta al cliente ma, come diciamo noi, fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Ecco perché analizziamo il nostro servizio di posa parquet Milano, evidenziando quello che, secondo noi, un cliente deve sapere sia che decida di fare da solo sia che chiami degli specialisti!

Posa parquet Milano il servizio di Multiservice!

Estetico, ecologico, isolante e salutare, il parquet rappresenta un investimento a lungo termine per la tua casa. In media, dura tra 20 e 70 anni e non si deprezza nel tempo, questa durata è dovuta anche e soprattutto ad una posa perfetta.

La qualità del legno e una posa a regola d’arte, oltre alle manutenzioni ordinarie e straordinarie, portano a questi risultati. Ok, veniamo a noi ecco quali sono le principali tecniche di posa per il parquet.

La tecnica di installazione varia a seconda del tipo di parquet scelto. Alcuni, come la posa di pavimenti galleggianti sono relativamente semplici, mentre altri, più complessi richiedono un po’ di esperienza. 

Scopri quali sono le 3 tecniche principali per la posa del parquet.

Fase preparatoria: preparare il pavimento prima di posare il parquet

Posa parquet Milano

Prima di iniziare a posare il pavimento, è necessario preparare il pavimento. Deve essere privo di eventuale materiale dal vecchio rivestimento, l’obiettivo è di ottenere una superficie pulita e piana, adatta alla posa del parquet. Bisogna quindi controllare se il pavimento è a livello e se non lo è, dovrà essere sistemato. L’operazione può prevede anche la posa di un rivestimento levigante sul massetto in calcestruzzo. È possibile anche sistemare parquet o piastrelle non lineari.

Attenzione importante! Prima di iniziare l’installazione del sottofondo, controllate sempre il contenuto di umidità della pavimentazione, non deve superare il 3%.

Informazioni pratiche: per rimuovere vecchie tracce di colla intarsiata, lasciata ad esempio da un vecchio tappeto, è possibile utilizzare una pistola termica.

Lo sapevi? Rotolo o Piastra, il sottofondo è posizionato tra il massetto e il pavimento. Il suo prezzo varia in base alle sue proprietà di insonorizzazione e protezione dall’umidità. Può anche compensare una leggera irregolarità del terreno, ma raramente maggiore di 1 mm.

Chiama per un preventivo al numero +39 3662197861

 

Posa parquet Milano le tecniche di installazione!

Tecnica 1: installazione di parquet inchiodato, detto su travetti

L’installazione del parquet su travi in ​​legno è una delle pose più tecniche. Viene generalmente utilizzato per la posa di parquet massiccio o parquet multistrato. Inizia posizionando la prima trave perpendicolare al futuro orientamento delle doghe del tuo parquet. Il primo travetto composito deve essere allo stesso livello della soglia. Aggiungi travetti ogni 40 cm e fissali a terra usando cemento o blocchi di legno avvitati nel massetto. Inizia a posare il pavimento lungo un muro, ricordando di inserire tra il muro e il primo listello di zeppe da 8 mm per creare un giunto di dilatazione. Per inchiodare le lamelle sui travetti, inserire l’unghia ad angolo. Assicurati che le lame si incastrano l’una nell’altra e usa una pistola sparachiodi per sistemare l’unghia. Una volta posate tutte le doghe, inchiodare gli zoccoli lasciando uno spazio di 1 o 2 mm con il parquet. Questo tipo di installazione offre un eccellente isolamento acustico e un comfort ottimale. 

Tecnica 2: posa di parquet laminato o pavimento flottante

La cosiddetta installazione flottante viene utilizzata principalmente per pavimenti in laminato. I pavimenti in laminato non fanno parte della classica famiglia di parquet perché il suo strato superiore non è in legno, ma in resina. Uno dei suoi vantaggi è che resiste bene all’acqua. La tecnica di installazione flottante può essere utilizzata anche per la posa di parquet ingegnerizzato. Se ti stai chiedendo come installare i pavimenti galleggianti, sappi che ha il vantaggio di non rimanere bloccato a terra. Ha eccellenti proprietà di insonorizzazione, tuttavia con un pavimento galleggiante economico, la robustezza non è sempre al TOP ma questa tecnica è l’ideale per luoghi già abitati.

Installazione. Per installare un pavimento galleggiante, iniziare contro la parete più lunga della stanza e posizionare le assi del pavimento galleggiante nel senso della lunghezza. Tra il muro e le prime assi inserire un blocco di legno ogni 30 cm. Alla fine della fila, tagliare la lama alla giusta lunghezza e utilizzare lo scivolo per iniziare la seconda fila. Quindi, fino all’ultima riga in cui utilizzerai uno strumento come un grosso cacciavite per inserire le ultime lame. Tutto quello che devi fare è mettere i battiscopa dopo aver rimosso i blocchi.

Tecnica 3: parquet incollato

L’installazione di parquet incollato è adatta a tutti i tipi di parquet (massiccio, laminato, laminato). Offre un ottimo isolamento acustico, ma, soprattutto, non è necessario rimuovere il vecchio pavimento. Il pavimento può essere incollato su una lastra di cemento, ma anche sulle piastrelle. Se hai un dubbio tra installazione flottante o posa incollata, sappi che la tecnica di incollaggio è molto simile all’installazione di pavimenti flottanti, tranne per il fatto che è necessario incollare le assi a terra, tra loro.

Installazione. Si inizia con la fine della stanza opposta all’uscita, una volta installata l’ultima scheda, si deve essere in grado di uscire senza calpestare il pavimento. Anche qui, posiziona un blocco di 8 mm ogni 30 cm tra la prima tavola di legno e il muro. Aggancia ogni lama insieme, quindi la colla deve essere estesa su tutta la lunghezza della scanalatura della scheda che verrà inserita nella lama già in posizione. Usando un martelletto, tocca delicatamente la tavola che è stata appena posizionata in modo che aderisca bene agli altri. Per evitare di battere sul legno si può posizionare un panno nel punto in cui si deve battere. Infine, pulire con un panno umido per rimuovere eventuali tracce di colla.

Lo sapevi? Il parquet ingegnerizzato è particolarmente apprezzato perché è facile da tagliare. È quindi possibile creare modelli speciali. Venduto già oliato o verniciato, non richiede alcuna finitura dopo l’installazione.

Conclusioni

Speriamo che queste informazioni vi siano utili se volete affrontare da soli l’onere della posa. Siamo certi che anche se utilizzerete dei professionisti del servizio Posa parquet Milano, adesso sarete in grado di capire e valutare se ciò che vi viene proposto è un servizio ottimale e meno. Multiservice è sempre disponibile per sopralluoghi gratuiti e senza impegno, chiamateci!

+39 3662197861

Whatsapp
Telefono
Email