Posa in opera parquet

Parquet vecchio cosa fare
Parquet vecchio cosa fare
08/01/2021
Parquet in bagno
Parquet in bagno
11/02/2021
Posa in opera parquet

La posa in opera del parquet è un’operazione molto delicata. Da questa operazione dipende la durata e la resa del pavimento, quindi l’imperativo è non sbagliare. L’argomento posa in opera parquet i presta a molte riflessioni, che cercheremo di evidenziare in questo approfondimento.

Posa in opera parquet, come montare un pavimento in legno!

Per quanto dettagliato possa essere il nostro articolo, da subito, vogliamo farvi notare che questa guida è solo indicativa. Il nostro consiglio resta sempre quello di richiedere l’intervento di un installatore esperto per la posa dei pavimenti in legno. La complessità delle operazioni e le variabili in gioco, mal si prestano al fai da te, a meno che non si tratti di piccole superfici. Il rischio di combinare un pasticcio è alto e a nessuno fa piacere spendere più del previsto per sistemare i problemi. Lamatura Parquet può fornire una mano esperta e un servizio adatto per te.

Scegli il tuo parquet

Il parquet classico è il cosiddetto parquet in legno massello. Questo è costituito da tavole solide di pochi centimetri di spessore. Poiché il legno è e rimane un materiale vivo, la posa di un pavimento in parquet pieno di legno richiede una vera maestria. Se scegli questo materiale, ti consigliamo di rivolgerti ad un  professionista. Viceversa se scegli un pavimento in parquet laminato, sarai facilitato se intendi procedere con il fai-da-te. Il pavimento in parquet laminato è costituito da diversi strati. Lo strato superiore è in legno duro. Lo strato inferiore del pavimento in parquet laminato è costituito da compensato e lo strato intermedio è costituito da traverse, solitamente abete rosso o pino. Il grande vantaggio di questa costruzione è che il pavimento in parquet difficilmente si restringe o si espande.

Calcola quanto parquet ti serve

Misura la lunghezza e la larghezza della stanza dove vuoi posare il parquet, moltiplica i due risultati e calcola il 10% in più per gli scarti dovuti ai tagli e al materiale rimosso dalla sega. Ora sai quanti m2 (indicati sulla confezione delle parti in parquet) ti servono.

Per maggiori informazioni chiamaci allo 3662197861

 

Pianificazione

Posa in opera parquet

Il battiscopa lo montiamo prima o dopo la l’installazione del parquet? Se non sapete rispondere a questa domanda state incominciando a capire quanto importante sia la pianificazione dell’operazione di posa. II battiscopa si adattano meglio dopo l’installazione del pavimento in legno; poiché copriranno lo spazio di dilatazione (circa 15 mm) lasciato attorno al perimetro della stanza.

Quando installare i pavimenti

Se siete coinvolti in una ristrutturazione o in una nuova costruzione, è bene ricordare che i pavimenti in legno devono essere installati nella fase finale. Ciò significa che prima, qualsiasi intonaco o calcestruzzo, deve essersi completamente asciugato. Ovvero significa attendere un minimo di 1 mese, di tempo, per ogni centimetro di calcestruzzo, massetto o intonaco. Se invece è presente un precedente pavimento, in caso di Vinile, moquette, sughero, laminato e altre superfici morbide o semi-morbide, dovrete rimuovere tutto e procedere ad applicare un sottofondo in Anidrite. L’anidride è un massetto autolivellante, a base di intonaco. Il parquet deve essere posato su un pavimento completamente piano.

Galleggiante o incollato

Il pavimento in parquet può essere posato in due modi; fisso o flottante. Il fissaggio significa che il pavimento in parquet è incollato alla superficie. Con l’installazione flottante, il pavimento in parquet poggia liberamente sul sottofondo. Il vantaggio dell’incollaggio è che non corri il rischio che si formino slivellamenti tra le tavole in futuro.

Acclimatamento

Il parquet inoltre deve acclimatarsi. Questo significa che i blocchi devono essere distribuiti con cura, in piccole pile nella stanza in cui devono essere posati (o in una stanza attigua); per consentire la più completa circolazione d’aria possibile. Per l’acclimatamento completo possono essere necessarie 2/3 settimane (specie d’inverno), a seconda che i blocchi siano nuovi (cioè essiccati in forno) o rigenerati. 

Il legno respira!

Tutti i pavimenti in legno sono soggetti ad una certa espansione e contrazione a seconda dell’umidità relativa all’interno dell’edificio. Questo è un movimento stagionale ed è una caratteristica normale dei pavimenti in legno che non si ferma mai, indipendentemente dall’età del pavimento in legno. Il riscaldamento centralizzato tende ad asciugare l’atmosfera e quindi può restringere leggermente i blocchi durante i mesi invernali.

Posa in opera parquet, affidati agli esperti di Lamatura Parquet! Chiama per maggiori informazioni lo 3662197861!

 

Le differenti situazioni di posa

Posa del parquet su pavimenti solidi esistenti

Le differenti situazioni di posa

I blocchi di parquet possono essere posati su numerosi substrati solidi come calcestruzzo, massetto a secco, composto autolivellante o compensato o truciolato per pavimenti, ma mai direttamente su assi del pavimento. 

  • Tutti i supporti devono essere strutturalmente sani, piani e asciutti. 
  • Tutti i nuovi massetti o calcestruzzo devono essere completamente asciutti, attendere almeno 1 mese per ogni centimetro di profondità del calcestruzzo nuovo.
  • I massetti/calcestruzzo esistenti  devono  essere controllati per l’umidità, questo può essere fatto facilmente assumendo un contatore specializzato (igrometro).
    • Una lettura uguale o superiore al 4% mc in volume, indica che deve essere sempre installata una membrana resistente all’umidità adatta. Può essere uno strato liquido in 2 mani / 2 parti (es. Rewmar o Sika) o uno strato non permeabile correttamente installato ( assicurarsi che le estremità della plastica siano continuate fino alle pareti per proteggere completamente il pavimento in legno).

La posa del parquet, passo dopo passo

  • Lasciatelo acclimatare

Lasciare il parquet nella confezione per almeno 48 ore nella stanza in cui lo si andrà a posare. Posizionare i pacchi orizzontalmente sul pavimento, altrimenti si corre il rischio che le assi si deformino.

  • Posare la prima fila

Posare la prima fila del pavimento con la scanalatura rivolta verso il muro. Inizia in un angolo della stanza. Applicare un po ‘di colla all’estremità della sezione del pavimento successiva e far scorrere insieme le sezioni del pavimento, infine picchiettare con un martello su un blocco di legno. Dopo la posa della prima fila di listarelle, interporre i distanziatori tra fila e muro in modo da lasciare un giunto che permetterà al pavimento di dilatarsi.

  • Posare le seguenti righe

Inizia la fila successiva con la parte segata che rimane dalla prima fila, a meno che non sia più corta di 50 cm. Unire le parti insieme è più facile se si tiene la nuova tavola con un angolo di circa 30 ° e quando la linguetta scatta nella scanalatura, premerla sul pavimento. Picchietta con il martello e il blocco. Non dimenticare di applicare sempre un pò di colla sulla scanalatura sul lato lungo e sulla faccia terminale delle assi del pavimento. Usa un panno umido per rimuovere eventuali residui di colla.

Suggerimento: usa parti di pacchetti diversi insieme per una variazione naturale. In questo modo eviti due assi dello stesso albero con lo stesso motivo che si trovano una accanto all’altra.

  • Superare gli ostacoli

Per gli ostacoli, come, ad esempio, i tubi del riscaldamento, usi il seghetto alternativo per segare un pezzo dalla tavola. Allargare di 10 mm l’incasso a causa dell’espansione del pavimento. Puoi coprire i fori con una coccarda.

  • Posare l’ultima riga

Sarebbe fantastico se l’ultima parte del piano si adattasse esattamente. In pratica dovrai segare le ultime tavole longitudinalmente a misura. Per fare ciò, misura lo spazio tra il muro e la fila precedente su entrambi i lati, perché spesso i muri non sono completamente diritti. Segna questo sulle ultime schede e tagliale alla giusta dimensione.

  • Finitura

Tutto quello che devi fare ora è rimuovere i blocchi distanziatori, applicare il battiscopa ed eventualmente dare al tuo nuovo parquet uno strato protettivo di olio di manutenzione.

Conclusione

Come pulire il parquet

Per quanto lungo questo articolo non potrà mai essere esaustivo sul tema della posa in opera parquet. Le varianti legate al fondo, dove si posiziona il parquet, al tipo di parquet e all’esperienza di chi da anni realizza pavimenti in legno; non può essere certo tradotta in un articolo.

Se volete maggiori consigli su come installare il vostro parquet, non esitate a contattarci allo 3662197861.

Whatsapp
Telefono
Email